Via Lombardia 17

40139 Bologna (BO)

T:   +39 051 4856400

E:  kaossparquet@gmail.com

KAOSS PARQUET

Apertura al pubblico:

Orario continuato

lun-ven h09:30;19:00

sab su appuntamento

Contattaci
arrow&v

P. Iva 03527431203

Parquet per esterni: tutto quello che c'è da sapere

Il parquet per esterni è una realtà che non in molti conoscono ma che conferisce un tocco particolare alle abitazioni o agli edifici al di fuori dei quali venga utilizzato. Dal momento che il parquet è stato spesso associato agli spazi interni, eleganti e raffinati, sarà per molti difficile pensarlo come un complemento per l’esterno in quanto gli agenti atmosferici sembrerebbero essere in netto contrasto con la possibilità di mantenerne l’estetica inalterata. Ciò che non tutti sanno è che grazie all’avanzamento tecnologico e alla possibilità di rendere i materiali più robusti anche il parquet ha assunto una resistenza tale da poter essere utilizzato senza problemi in ambienti esterni.

Sarà scontato ribadire che il parquet da esterni possiederà, a differenza del suo gemello da interni, delle precise caratteristiche un grado di renderlo impermeabile e resistente contro diversi agenti atmosferici nonché contro precipitazioni di variabile intensità. Vediamo qualcuna delle caratteristiche necessarie al parquet per poter essere utilizzato in esterno:

  • Deve essere realizzato in legno massiccio con uno spessore non inferiore ai 20 mm, con una larghezza di almeno 90 mm o 100 mm e una lunghezza di 500 mm o 600 mm

  • I bordi devono essere necessariamente stondati e la superficie bisellata poiché la migliore aderenza tra i listoni conferirà al parquet una maggior resistenza all’acqua nonché una migliore aderenza per le scarpe di chi ci debba posare i piedi sopra

  • La pendenza è un altro fattore fondamentale poiché si garantisce il flusso delle acque piovane senza nessun problema

  • Il parquet da esterni avrà un grado di robustezza più elevata rispetto a quello da esterni che terrà conto sia del calpestio sia degli agenti atmosferici che ne possano provocare l’usura.

Da tenere in considerazione sono anche i diversi formati, in particolare, nel caso dei parquet da esterni i principali sono due:

  • I listoni; utilizzati per ricoprire superfici non regolati come per esempio i bordi delle piscine o dei giardini.

  • Le mattonelle; assemblate al contrario delle sopracitate per le superfici regolari di terrazzi, patii e gazebi.

 

Una volta scelto il parquet da esterni che rispetti tutte le caratteristiche date e si incontri con il gusto del cliente si potrà procedere alla messa in posa. Tale procedimento avviene prima di tutto preparando il piano in modi differenti se si tratti di una superficie solida o morbida e infine procedendo alla sistemazione del formato prescelto: le mattonelle verranno poggiate al suolo senza ricorrere a nessun tipo si fissaggio, utilizzando solo la tecnica ad incastro mentre per la posa dei listoni sarà necessario optare per un montaggio con vita a vista o con clip.

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Pinterest Icon